Telefoni: 019-801044 019-856737  Fax 019-820412

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

Chirurgia vascolare laser

 

Vene varicose: una nuova tecnica di trattamento con il laser

Con questo nuovo metodo le vene malate e varicose non saranno più sfilate attraverso incisioni cutanee con la solita tecnica chirurgica, ma verranno otturate per mezzo di una piccolissima sonda LASER introdotta nella vena varicosa mediante puntura pre-cutanea. La vena varicosa cicatrizza e scompare senza lasciare traccia.

Vantaggi del trattamento Laser

  • Trattamento ambulatoriale: la dimissione avviene dopo 30 minuti
  • Assenza di ematomi dolorosi
  • Assenza di incisioni cutanee e quindi di cicatrici
  • Metodo semplice e povero di rischi in anestesia locale
  • Sicuro, l'intervento si effettua sotto la guida di un Eco-color-doppler

Chiaramente non tutti i tipi di vene varicose possono essere trattati con questa nuova tecnologia, sarà cura dello specialista determinarlo in fase di visita diagnostica.

Il trattamento laser endovenoso ELVeS

E' una procedura rapida e mini-invasiva che risolve l'incontinenza venosa della grande e piccola safena, che è la causa principale della comparsa delle vene varicose.

Il trattamento si risolve in meno di 30 minuti e si esegue tramite una leggera anestesia locale.

Non si avranno cicatrici e quindi rischi di infezioni post-operatorie con un velocissimo recupero post trattamento in circa 24 ore.

Sarà possibile l'immediata ripresa dell'attività lavorativa, ottenendo inoltre risultati estetici e clinici ottimali soddisfacenti.

Sintomologia

L’Insufficienza Venosa Cronica si può manifestare in vari modi, a volte non evidenti sul piano clinico. Si tratta, di una condizione morbosa che peggiora in maniera rilevante la qualità di vita dei pazienti per effetto di una sintomatologia fastidiosa, talvolta dolorosa e invalidante, che può provocare. I sintomi possono esistere in presenza ma anche in assenza di varici evidenti.

Fattori di rischio

Ormonali: la pubertà, le gravidanze, la menopausa, l’uso dei contraccettivi orali e transdermici;

Occupazionali: i lavori che richiedono una prolungata stazione eretta; i lavori in ambienti caldo-umidi ad es. fornaio, cuoco; attività sportiva agonistica, ad esempio canottaggio, di sollevamento pesi, ecc.;

Alimentari: il sovrappeso, l’obesità; i fattori ambientali: l’esposizione al sole o comunque a temperature ambientali molto elevate; lo stile di vita: la scarsa attività fisica, la sedentarietà, l’abbigliamento fatto da abiti aderenti e scarpe con tacchi a spillo.

Per quanto riguarda l’obesità, è noto da tempo che l’eccesso ponderale rappresenta un fattore di rischio per l’insorgenza o l’aggravamento dell’Insufficienza Venosa Cronica sia superficiale che profonda degli arti inferiori.

Il sovrappeso è una componente presente in molti pazienti affetti da malattie vascolari, nei quali gli arti inferiori sono sede di ritenzione idrica e di complicanze flebolinfologiche molto più di quanto si osservi nei soggetti magri.

Dove Siamo

Info e Recapiti

centro-clinico-diagnostico-priamar-savona
Via Dei Partigiani, 13r
17100 Savona

Tel./Fax 019 801044 • 019 820412

norme-privacy-centroclnicopriamar  Norme sulla Privacy

Cookie Policy