Telefoni: 019-801044 019-856737  Fax 019-820412

Condividi su FacebookCondividi su Google PlusCondividi su TwitterCondividi su LinkedIn

FLUOROSCOPIA LINFATICA DINAMICA

Cosa è

La Fluoroscopia Linfatica Dinamica è conosciuta a livello internazionale come NIRF-LI (Near Infrared Fluoroscopy Lymphatic Imaging).

Questa tecnica diagnostica si è rivelata molto utile per identificare e mappare in maniera individuale i canali più efficaci per drenare gli accumuli di linfa.

E' infatti possibile visualizzare su schermo, la circolazione linfatica in movimento ed eseguirne la mappatura.
Il drenaggio linfatico manuale viene quindi adattato alla particolare anatomia del paziente seguendo il mappaggio tracciato da chi esegue la Fluoroscopia dinamica.

Oltre ad ottimizzare trattamenti già in corso, questa tecnica è molto utile nella diagnosi del linfedema in fase iniziale, quando viene sospettata la presenza della patologia o esiste la potenzialità di svilupparla in seguito ad interventi chirurgici (mastectomia, interventi addominali) o terapie (chemioterapia e radioterapia) che possono danneggiare il normale drenaggio linfatico.

Come si svolge l'esame

È essenziale una visita Medica accurata per raccogliere la storia clinica del paziente e valutare eventuali contro-indicazioni all’indagine diagnostica.

In tutti I pazienti affetti da linfedema degli arti inferiori viene inoltre eseguito un Ecocolordoppler Venoso. Nei pazienti affetti da linfedema del braccio post-mastectomia viene eseguito un Ecocolordoppler Venoso della Vena Ascellare con valutazione di eventuale compressione mediante manovre mirate.
Dopo la disinfezione cutanea, si procede all’iniezione di una piccola quantità di mezzo di contrasto nel distretto interessato. La telecamera ad infrarossi corti inizia a registrare le immagini di come il mezzo di contrasto entra nel sistema linfatico.

Si chiderà quindi al paziente di lasciare lo studio per 2-3 ore e di camminare per facilitare la diffusione del mezzo di contrasto; al ritorno nella sala diagnostica, il sistema linfatico del distretto interessato sarà visibile perché apparirà “illuminato” dal mezzo di contrasto. Si marcheranno sulla cute le vie linfatiche e verrete fotografati. Le foto e il referto completo del filmato del vostro sistema linfatico, consentiranno una diagnosi accurata del vostro caso clinico e un piano terapeutico mirato alla vostra diagnosi, ottimizzando inoltre costi e risultati dei trattamenti. L’iniezione del mezzo di contrasto avviene nel sottocute. Niormalmente si avvertirà localmente una temporanea sensazione di bruciore e pressione. Il tutto scompare in meno di un minuto. Il resto dell’esame è indolore.

Eventuali rischi

Il mezzo di contrasto usato è Indocianina Verde, usata nel campo della diagnostica da 40 anni. La quantità usata durante la Fluoroscopia linfatica è molto bassa, solo 0,2mls e a questo bassissimo dosaggio, non sono state riportate reazioni avverse.
L’area iniettata si colorerà di verde e rimarrà di questo colore per circa due settimane senza conseguenze cliniche.

Staff Medico Fluoroscopia Linfatica Dinamica

Dr.ssa. L. RACO

 

Dove Siamo

Info e Recapiti

centro-clinico-diagnostico-priamar-savona
Via Dei Partigiani, 13r
17100 Savona

Tel./Fax 019 801044 • 019 820412

norme-privacy-centroclnicopriamar  Norme sulla Privacy

Cookie Policy